Your browser does not support SVG

UN VIAGGIO TRA CULTURA E NATURA

Nel cuore del piemonte, le langhe rappresentano una delle destinazioni più affascinanti d’italia, credetemi! Tanto da essere riconosciute come parte del patrimonio mondiale dell’unesco. Questo riconoscimento, ottenuto insieme a Roero e Monferrato, celebra non solo la straordinaria bellezza paesaggistica di queste colline ma anche la tradizione vitivinicola che qui ha radici profonde e antiche. Oggi vi porteremo alla scoperta del Patrimonio Unesco delle Langhe esplorando la sua storia, la sua cultura e le iniziative che contribuiscono a preservare questo territorio incredibilmente affascinante!

LA CANDIDATURA UNESCO

un riconoscimento di valore universale la designazione delle Langhe-Roero e
Monferrato come patrimonio dell’umanità unesco è avvenuta nel 2014 ed è stata un importante
riconoscimento per l’italia e per il Piemonte in particolare. quest’area è stata premiata per il suo paesaggio culturale che riflette le pratiche agricole, le tecniche di coltivazione della vite e la produzione vinicola che si sono sviluppate nel corso dei secoli. il paesaggio delle langhe, con i suoi vigneti a perdita d’occhio, le antiche borgate, i castelli e le cantine storiche, è considerato un esempio di interazione tra uomo e natura. se avete a disposizione più di un week end questi sono i must da non perdere! …perché le Langhe offrono esperienze che vanno oltre la semplice visita enogastronomica.

I CASTELLI E LE BORGATE STORICHE

Castelli come quello di Grinzane Cavour o di Serralunga d’alba raccontano secoli di storia piemontese. Le borgate, con le loro case in pietra e le cantine antiche, offrono unospaccato di vita rurale che si è mantenuto autentico nel tempo. questa, a differenza di altre, è una zona talmente legata alla terra che è riuscita e, anzi, si ostina a far rimanere autentico il territorio. non vedrete autostrade, ma semplici strade di campagna per chilometri. qua tutto è fatto per “rallentare”, per appagare la vista, per “non correre” e assorbire i profumi e i colori.

I VIGNETI

Le colline sono ricoperte da filari di Nebbiolo, Barbera, Dolcetto, tra gli altri, che danno vita a vini di fama mondiale come il Barolo e il Barbaresco.
Passeggiare tra questi vigneti è un’esperienza unica per fascino e sensazioni e vi permetterà di comprendere il profondo legame tra territorio e produzione vinicola. Ascoltate i vignaioli, la loro passione, il loro duro lavoro!quando aprirete e degusterete una di quelle bottiglie di vino, tutto ciò lo sentirete e farà parte di voi.

LE CATTEDRALI SOTTERRANEE DI CANELLI

Queste antiche cantine scavate nel tufo sono vere e proprie cattedrali del vino, luoghi dove il Barolo, il Moscato d’Asti e altri vini prestigiosi maturano in botti di legno, in un ambiente unico al mondo. Se le visiterete ricordatevi il passo “scavate nel tufo”…un lavoro fatto a mano, centinaia di anni fa, da uomini determinati e infaticabili.

IL RUOLO DELLA COMUNITÀ E LE INIZIATIVE DI CONSERVAZIONE

La comunità locale gioca un ruolo fondamentale nella conservazione del paesaggio delle Langhe. Agricoltori, viticoltori e abitanti sono i custodi di questo territorio, impegnati nella protezione della biodiversità e nella promozione di pratiche agricole sostenibili. Troverete un paesaggio impeccabile, ordinato e pulito. Anche questo dimostra l’amore e la cura che i “langhetti” provano per casa loro. Iniziative come la vendemmia, aperta ai visitatori, diventano occasioni per trasmettere il valore del lavoro in vigna e l’importanza della conservazione del paesaggio.

VISITA RESPONSABILE E SOSTENIBILE

Visitate le Langhe nel rispetto del suo Patrimonio Unesco, adottate un approccio sostenibile e Consapevole. È fondamentale rispettare la natura, i Luoghi di produzione e le comunità locali, privilegiando esperienze che favoriscano un turismo responsabile e di qualità.

Trattate questo territorio col rispetto dei suoi abitanti e vi porterete a casa un piccolo valore aggiunto che si insinuerà nelle vostre abitudini! Ogni scelta può contribuire alla conservazione di questo patrimonio:
dalle degustazioni nelle cantine che adottano pratiche sostenibili, alla scelta di alloggi e ristoranti che
valorizzano i prodotti del territorio.

La visita a questo territorio può diventare un’occasione per riflettere sull’importanza del rispetto e della conservazione per le generazioni che ci seguiranno. Ma non fatevi ingannare! Il rispetto della tradizione non significa rimanere ancorati al passato in modo nostalgico: in questo angolo di Piemonte la tradizione si fonde con l’innovazione; incredibilmente, troverete un popolo veramente attento all’aggiornamento, alla creazione di pazzesche strutture architettoniche al passo coi tempi ma che vi faranno sentire comunque in un’epoca antica.